Campionato Provinciale di karate

Campionato Provinciale di karate

Kb Cambiago sugli scudi nella seconda tappa del Provinciale di karate

La manifestazione si è svolta domenica a Mozzo, località orobica. E per i piccoli allievi del maestro Giuseppe del Gesso è stata una prova di carattere.  Andrea Raduica è arrivato primo nel kata (combattimento simulato) e secondo nel Kumite (combattimento vero e proprio). Carola Andriola  (cintura verde), seconda nel Kumite. Angelica Briguglio sesta nel kata e nel kumite (cintura arancio). Luca Mangiagalli  (cintura blu)sesto nel kata e nel Kumite. Luca Negoescu(cintura arancio), al suo primo piazzamento di prestigio, è giunto quinto nel kata. Infine Fabio Minneci (cintura blu) si è piazzato quarto nel kata. La prossima prova per i karateka della Kb sarà il Campionato regionale, in programma il 25 marzo.

Seconda gara provinciale del Club KB di Cambiago a Mozzo

http://lamartesana.it/sport/kb-cambiago-sugli-scudi-mozzo-nella-seconda-tappa-del-provinciale-karate-foto/


KARATE

Corso di Karate Shotokan per Bambini e Adulti, base e avanzato, tutti i martedì e venerdì dalle 17 alle 21.

I MAESTRI:

Maestro Giuseppe del Gesso (Cintura nera 6° Dan, Maestro FIKTA e istruttore di Krav Maga)
Chiara del Gesso (Cintura nera 4° Dan

Visita la sezione KARATE


  • -

KARATE

Karate a Cambiago per Bambini e Adulti

 

Corso di Karate Shotokan per Bambini, ragazzi e adulti, base e avanzato, tutti i martedì e venerdì dalle 17 alle 21. Il mercoledì solo per adulti principianti.

 

I Maestri:

Maestro Giuseppe del Gesso (Cintura nera 6° Dan, Maestro FIKTA e istruttore di Krav Maga) e l’istruttrice Chiara del Gesso (Cintura nera 4° Dan)

 

 

 

Il Karate

Il “Ka-ra-te-do”, tradotto letteralmente “La Via della mano nuda”, è un’arte marziale nata nell’isola di Okinawa, in Giappone. Risalire alle origini di questa disciplina millenaria risulta quasi impossibile, in quanto non sono presenti fonti documentate antecedenti al XIX secolo.
Fino a questa data, infatti, il Karaté rimase un’arte praticata in segreto ad Okinawa. Fu grazie al maestro Gichin Funakoshi, che esibendosi davanti all’imperatore in una grande manifestazione riuscì a rendere notorietà a questa arte marziale, che oggi viene praticata in tutto il mondo.

Inizialmente concepito a scopo di difesa personale, con il tempo il karate si è trasformato in una vera e propria filosofia di vita. Attraverso l’allenamento e il combattimento volti a raggiungere bellezza, perfezione ed efficacia delle tecniche, il Karatè rafforza mente, carattere e volontà del praticante, permettendogli di superare ostacoli come la paura, la vanità, il desiderio di prevalicare l’altro, l’avidità e la rabbia incontrollata.

Oltre a questo, il Karatè è un’eccellente attività fisico-motoria. Permette l’allenamento di tutte e quattro le capacità condizionali: mobilità, forza, velocità e resistenza. Perfeziona l’equilibrio, la propriocezione e in minima parte corregge anche atteggiamenti posturali scorretti. Del resto, è noto a tutti che le arti marziali, dal punto di vista sportivo, sono il genere di attività fisica più completo che esista.

Il Karatè, se praticato per anni, offre degli strumenti estremamente efficaci di difesa personale. In quanto arte marziale sviluppata e perfezionata nell’arco dei millenni, grazie agli allenamenti ripetitivi, lo studio dei movimenti e delle posture con estrema dedizione, lo studio della respirazione e del kime, il corpo del praticante viene trasformato in una vera e propria arma.

LA PRATICA DEL KARATE SI DIVIDE IN TRE MOMENTI:

KIHON: traducibile come “fondamentali”, consiste nell’esecuzione di determinate tecniche contro un’avversario immaginario. Scopo di questo allenamento è il raggiungimento della massima velocità, pulizia ed incisività.
KATA: traducibile come “forma”, consiste in una sequenza coreografata di tecniche, di straordinaria potenza e bellezza, che simula un combattimento contro più avversari.
KUMITE: il combattimento vero e proprio, al quale si viene introdotti solo dopo aver appreso con una certa padronanza gli atri due aspetti della pratica.

 


Facebook
Instagram